LA GESTIONE DEI RIFIUTI AGRICOLI E ZOOTECNICI

  • DOCENTE:

    avv. GAETANO ALBORINO, Esperto in legislazione ambientale - Docente PA360, Formazione a distanza per la Pubblica Amministrazione (www.pa-360.it) e EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A. (www.infoebit.com)

  • OBIETTIVI:

    Gli adempimenti sulla tracciabilità dei rifiuti agricoli e zootecnici, alla luce degli ultimi interventi di riforma del Testo Unico Ambientale.
    Dopo l’introduzione delle nuove modalità di trasmissione della quarta copia dei F.I.R. al produttore, è arrivata la Legge di conversione del Decreto cd. “Semplificazioni” che, da un lato ha abolito il SISTRI, dall’altro ha istituito il nuovo Registro elettronico nazionale, modificando così tutta la complessa disciplina della tracciabilità dei rifiuti.
    Molto importanti anche le novità per le quali gli adempimenti relativi alla tenuta dei registri di carico e scarico e alla compilazione dei formulari d’identificazione dei rifiuti, possono essere effettuati in formato digitale.
    Il Decreto cd. “S.C.I.A. due” provvede alla precisa individuazione delle attività oggetto di procedimento, di comunicazione o Scia o di silenzio assenso, nonché quelle per le quali è necessario il titolo espresso e introduce le conseguenti disposizioni normative di coordinamento.
    E tra le attività economiche richiamate dal sopra citato Decreto, numerose sono quelle che riguardano le attività agricole. In particolare: locali di stallaggio, stalle di sosta, attività di allevamento.
    Quale disciplina, anche alla luce del Testo Unico delle Leggi Sanitarie?
    Quali in concreto le novità?
    Quali gli adempimenti?
    Quali le responsabilità?
    L’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento e dei reflui oleari: la corretta applicazione della normativa di riferimento – tra Parte III del Testo Unico, recante le disposizioni sulla disciplina delle acque, e Parte IV, recante invece quelle sulla disciplina dei rifiuti - alla luce dei recenti orientamenti della Corte di Cassazione.

  • PROGRAMMA:

    La disciplina dei rifiuti agricoli e agro-industriali
    Il quadro normativo di riferimento e le Circolari Ministeriali.
    La figura dell’imprenditore agricolo nella definizione del codice civile.
    Attività agricole essenziali e attività agricole per connessione.
    Rifiuti o sottoprodotti?
    Le ultime novità normative riguardanti gli sfalci e le potature.
    La classificazione: I rifiuti agricoli pericolosi e non pericolosi.
    La catalogazione dei rifiuti agricoli: Attribuzione dei codici CER.
    Il produttore e il detentore dei rifiuti agricoli: Oneri e adempimenti.
    La gestione dei rifiuti agricoli: La raccolta; il deposito temporaneo; il deposito preliminare; il trasporto, il recupero e lo smaltimento.
    La nuova tracciabilità dei rifiuti dopo il decreto cd. “Semplificazioni”.
    Il conferimento dei rifiuti agricoli presso i centri comunali di raccolta (cd. Isole ecologiche).
    L’iscrizione all’Albo delle imprese che esercitano la gestione dei rifiuti.
    Effluenti di allevamento: tutte le recenti novità, normative e giurisprudenziali, sull’utilizzazione agronomica.
    I criteri e le norme tecniche generali per la disciplina dell'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento,
    La disciplina delle materie fecali.
    Lo smaltimento delle acque di vegetazione e delle sanse umide, derivanti dalla lavorazione delle olive.
    Le acque reflue e gli scarti dei frantoi oleari alla luce della Legge cd. Green Economy.
    L’utilizzazione agronomica dei reflui oleari.
    La combustione dei residui vegetali tra normale pratica agricola e illecito smaltimento di rifiuti
    Le nuove disposizioni, concernenti gli sfalci e le potature, introdotte dalla Legge cd. Europea.
    I recenti orientamenti della giurisprudenza sull’illecita combustione dei rifiuti.

  • DATE E ORARI:

    Orario: 9:30 - 13:30 e 14:30 - 16:30

    Giorno:

    • 26/04/2021
    • 11/05/2021
    • 27/05/2021
    • 09/06/2021
    • 21/06/2021

PA360 è in possesso del Certificato del Sistema di Gestione per la Qualità ISO 9001:2015 (Settore EA 37, 35) rilasciato da Kiwa Cermet Italia

OFFERTA FORMATIVA
E-LEARNING PA360:
11 corsi Obbligatori
47 corsi Gold

58 corsi Superflat

Print Friendly and PDF   Facebook PA360 Instagram PA360 Linkedin PA360 Youtube PA360

© Tutti i diritti riservati 2021 pa-360.it - Corsi di Formazione online per la Pubblica Amministrazione

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.
Cliccando su "OK" acconsenti all’uso dei cookie
Ok