TUTTE LE NOVITÀ SUL LAVORO AGILE NELLA P.A. FINO AL 31/12/2021:

PERCENTUALI, SMART WORKING SEMPLIFICATO E ORDINARIO, POLA, ADEMPIMENTI PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI, LAVORATORI FRAGILI, CONGEDI DEI GENITORI, OBBLIGHI DEI DIRIGENTI, BUONI PASTO, STRAORDINARIO, PERMESSI ORARI, FASCE DI CONTATTABILITÀ, RELAZIONI SINDACALI, ACCORDO INDIVIDUALE

Print Friendly and PDF  

  • ORARI:
    9:30 - 13:30 e 14:30 - 16:30

  • DATA:

    22/07/2021

  • DOCENTE:

    dott. MICHELE PETRONE, Esperto nella Gestione giuridica del rapporto di lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni - Consulente Enti Pubblici - Docente PA360 Formazione online per la Pubblica Amministrazione (www.pa-360.it) e EBIT Formazione e Perfezionamento per la P.A. (www.infoebit.com)

  • DESTINATARI:

    Direttori - Dirigenti - Servizio Personale - Addetti Rilevazione Presenze/Assenze - OIV/Nuclei di Valutazione - Tutto il personale contrattualizzato dell’Ente – OO.SS.

  • OBIETTIVI:

    Il webinar offre, con specifico taglio operativo, utili indicazioni per gli adempimenti, organizzativi e gestionali, afferenti alla corretta gestione del lavoro agile semplificato e ordinario in tutte le Pubbliche Amministrazioni.
    Verranno commentate le novità in tema di lavoro agile semplificato e ordinario, obblighi dei dirigenti, buoni pasto, straordinario, permessi orari, fasce di contattabilità, relazioni sindacali, lavoratori fragili e congedi dei genitori.
    Saranno evidenziati gli adempimenti delle Amministrazioni in caso sia di adozione che di mancata adozione del Piano Organizzativo del lavoro agile (P.O.L.A.), inclusi gli aspetti relativi alle percentuali di dipendenti da adibire a smart working, disposti dal D.L. 30 aprile 2021, n. 56.
    Durante il corso verrà altresì proposta una ipotesi di accordo individuale per la prestazione in lavoro agile.

  • PROGRAMMA:

    Differenze tra telelavoro e lavoro agile.
    Definizione di lavoro agile.
    I principi e la filosofia del lavoro agile.

    Lo smart working "semplificato" e "ordinario" nella Pubblica Amministrazione:
    - Modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa;
    - deroga all’accordo individuale e relativi termini;
    - attività ordinarie specifiche attività progettuali in lavoro agile;
    - l’alternanza lavoro in presenza e lavoro da remoto;
    - i tempi.

    La delibera del Consiglio dei Ministri 21 aprile 2021 e la proroga del termine dell'emergenza sanitaria al 31 luglio 2021.
    Le novità del D.L. 13 marzo 2021, n. 30 e del D.L. 22 marzo 2021, n. 41 (Decreto “Sostegni”):
    criteri di priorità per l’accesso al lavoro agile, lavoratori fragili e ruolo del dirigente/responsabile:
    Analisi dettagliata delle categorie soggetti aventi diritto e/o priorità al lavoro agile.
    La tutela speciale dei lavoratori fragili.

    I congedi, retribuiti e non, per i genitori di figli fino a 16 anni in caso di sospensione dell’attività didattica in presenza ovvero di infezione da SARS Covid-19 del figlio, nonché di quarantena del figlio disposta dal dipartimento di prevenzione della azienda sanitaria locale (ASL) territorialmente competente.

    Gli indirizzi dell'Inps e del Dipartimento della Funzione Pubblica.
    Modalità attuative in caso di quarantena con sorveglianza attiva o di isolamento domiciliare fiduciario
    :
    Istituti normativi applicabili.
    Adempimenti del lavoratore e del dirigente/responsabile.
    L’assenza dal servizio del lavoratore per lo svolgimento degli accertamenti sanitari propri o dei figli minorenni.

    Le percentuali di dipendenti da adibire a smart working e le novità del D.L. 30 aprile 2021, n. 56:
    Le percentuali nel lavoro agile semplificato.
    Le percentuali di lavoro agile per le Amministrazioni che adottano il Piano Organizzativo del lavoro agile (P.O.L.A.).
    Le percentuali di lavoro agile per le Amministrazioni che non adottano il Piano Organizzativo del lavoro agile (P.O.L.A.).

    Rapporto tra lavoro agile e buoni pasto, indennità forfettarie, lavoro straordinario, permessi orari, economie derivanti dallo smart working:
    Spetta il buono pasto ai lavoratori agili?
    Spetta il rimborso forfettario per le utenze domestiche ai lavoratori agili?
    È consentito il lavoro straordinario nel lavoro agile?
    È consentita la fruizione di permessi orari nello smart working?
    Le esperienze nel settore privato.
    Quali sono gli eventuali utilizzi derivanti dalla applicazione del lavoro agile?
    Gli indirizzi del Dipartimento Funzione Pubblica.
    Gli orientamenti Aran.
    Disamina della giurisprudenza di merito e di legittimità.

    Gli obblighi organizzativi e gestionali di tutti i dirigenti/responsabili:
    - mappatura delle attività in ciascun ufficio/servizio/unità organizzativa;
    - revisione dell’articolazione dell’orario di lavoro su base giornaliera, settimanale o plurisettimanale;
    - svolgimento del lavoro agile almeno al cinquanta per cento del personale preposto alle attività che possono essere svolte secondo tale modalità;
    - adozione delle misure organizzative atte alla tutela dei “lavoratori fragili”;
    - adozione delle soluzioni organizzative necessarie per consentire lo svolgimento delle attività di formazione;
    - rotazione del personale;
    - rispetto delle prescrizioni sanitarie vigenti per il distanziamento interpersonale, in ossequio a quanto stabilito nei protocolli di sicurezza e nei documenti di valutazione dei rischi;
    - attività di monitoraggio e verifica delle prestazioni rese in modalità agile ai fini della valutazione dei risultati.
    - flessibilità oraria: suggerimenti operativi per la individuazione di fasce temporali efficaci di flessibilità oraria in entrata e in uscita.

    Sicurezza informatica, dotazioni tecnologiche, fasce di contattabilità e diritto alla disconnessione:
    Quadro normativo di riferimento.
    Dispositivi informatici e digitali dell’Amministrazione.
    Dispositivi informatici e digitali in possesso del lavoratore.
    Raccomandazioni per uno smart working sicuro.
    Fasce di contattabilità.
    Diritto alla disconnessione.

    L’importanza della formazione nel lavoro agile:
    Quadro normativo di riferimento.
    Gli indirizzi del Dipartimenti Funzione Pubblica.
    I protocolli di intesa Funzione Pubblica – OO.SS.
    Ruolo dei dirigenti nella formazione.
    La formazione dei lavoratori.
    La formazione dei lavoratori fragili.
    La formazione dei dirigenti.
    La formazione nel Piano Organizzativo del lavoro agile (P.O.L.A.).
    Obblighi di formazione per lavoratori e dirigenti.

    Il sistema delle corrette relazioni sindacali.
    Le relazioni sindacali nel lavoro agile semplificato.
    Le relazioni sindacali nel Piano Organizzativo del lavoro agile (P.O.L.A.).

    Gli adempimenti delle Amministrazioni in caso di:
    - adozione del Piano Organizzativo del lavoro agile (P.O.L.A.)
    - mancata adozione del Piano Organizzativo del lavoro agile (P.O.L.A.)

    L’accordo individuale per la prestazione lavorativa agile:
    Quadro normativo.
    Contenuti minimi dell’accordo individuale.
    Illustrazione e commento bozza di accordo.

Print Friendly and PDF   Facebook PA360 Instagram PA360 Linkedin PA360 Youtube PA360

© Tutti i diritti riservati 2021 pa-360.it - Corsi di Formazione online per la Pubblica Amministrazione

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.
Cliccando su "OK" acconsenti all’uso dei cookie
Ok